HONDA VRF 750 R ( Honda RC30) – (1988) – Giappone

HONDA RC30

Honda VFR 750F-G-1985

Magnifico Sound di un RC30 … 25 anni dopo – Clicca Sopra

—————————————————————————————————————————————— 

La Honda VFR è una motocicletta stradale prodotta dalla casa motociclistica giapponese Honda dal 1986 dopo essere stata presentata ufficialmente l’anno precedente. La moto è una stradale carenata per uso sportivo e turistico, dotata di soluzioni non usuali. La VFR si contraddistingue, da quando è stata progettata, per l’adozione dell’architettura a V del motore, un 4 cilindri a V di 90°.

Sul finire del 1985, la moto venne presentata nella cilindrata da 750 cm³ come un’evoluzione della VF750, nonostante non fosse una sua diretta discendente. Già al momento della sua comparsa, il modello aveva un’impronta allo stesso momento Sportiva e Turistica insieme, inaugurando (di fatto) un segmento di nicchia, le Sport Tourer.

Honda VFR750F 88 2

I suoi elementi di spicco che ne caratterizzavano il modello erano, in particolare:

  • il telaio, derivato direttamente dalle moto racing;
  • il sistema di distribuzione a cascata di ingranaggi;
  • impianto di raffreddamento maggiorato;
  • carrozzeria monocromatica.

Le potenza dichiarata era di 105 CV e venne posta in vendita in Italia a partire dal 1986 al prezzo di 11.000.000 di Lire

Questo modello, sul quale erano montati semimanubri alti, garantiva una migliore posizione di guida (più comoda) per il conducente, mentre non si poteva dire lo stesso anche per il passeggero; un ottimo comfort di marcia, poche vibrazioni, facilità di guida; a questo si contrapponeva un eccessivo calore sprigionato dal motore (cosa che si protrarrà per tutte le serie successive), consumi piuttosto elevati sia in fatto di carburante (gli americani avevano ribattezzato la VFR come ironica sigla di Very Frequent Refueling, “rifornimento molto frequente”) che di pneumatici (Dunlop) di serie.

HONDA_VFR-750-F2-1987

Nel 1988, il modello subiva alcune modifiche da parte della casa, delle quali, le più visibili furono:

  • Cambiano i cinematismi del Pro-link e diverso è pure il monoammortizzatore. Restano invariate le altre quote geometriche fondamentali come pure il telaio. ;
  • posizionamento degli indicatori di direzione all’interno delle carene;
  • adozione di un puntale più vistoso per la carena;
  • ridimensionamento e riposizionamento delle prese d’aria e degli sfoghi (per cercare di ridurre il calore sulle gambe del pilota).

Alla ciclistica, invece, ci sono stati gli interventi più massicci:

  • adozione della forcella da 41 mm;
  • Le ruote diventano entrambe da 17″ (prima erano da 16″ davanti e 18″ dietro) con pneumatici di sezione maggiorata e nuovi cerchi (derivati da quelli delle CBR)
  • Pur essendo la frenata gia’ ottima, i dischi anteriori vengono portati a 296 mm, mentre quello posteriore resta da 256 mm.

Honda RC30

HONDA_VFR-750-RC-30

La RC 30 è una moto da corsa adattata all’uso su strada e questo per rispondere al regolamento del campionato mondiale della Superbike che accetta solo moto di serie e regolarmente omologate.

Per assicurarsi buone probabilità di vittoria nel campionato la Honda decide di costruire in serie una vera e propria moto da corsa senza preoccuparsi troppo del compromesso o dei costi. La RC 30 è oggetto di ogni attenzione e non viene privata di nulla. Viene anche dotata delle ultime scoperte dell’ HRC, il famoso reparto corse della Casa; il motore approfitta in effetti dell’esperienza maturata con i motori V4 delle VFR che fanno man bassa di vittorie nell’endurance.

HONDA_VFR_RC_30

La RC 30 di serie è commercializzata in Europa a partire dalla primavera del 1988 in una versione limitata a 100 o 110 cv a seconda dei Paesi. Magnifica, la Honda impressiona per il prezzo, per le prestazioni, per l’efficacia senza pari nell’ambito delle moto di serie, ma anche per la scarsa attitudine a circolare su strada. La RC 30 è una moto da pista che richiede una guida di una precisione assoluta e non ama l’improvvisazione. In compenso è in grado di segnare dei tempi significativi su qualunque circuito. Speciali kit da corsa in grado di portare la potenza a più di 130 cv. permetteranno a numerosi RC 30 di mettersi in evidenza in tutti i campionati riservati alle moto derivate di serie.  La sua velocità massima dichiarata era di 252 Km/h. 

honda-vfr-750-rrc-30-el-orgullo-de-honda_hd_7790




Chiunque vanti titoli sulle foto di questo articolo mi contatti subito per la loro immediata rimozione

Per contattare
l’amministratore di questo sito invia una mail a: [email protected]

Il testo è disponibile
secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso
modo

Precedente OPEL MANTA (A) - ( 1970 / 1975 ) - Germania Successivo VOLVO P1800 - (1960/1973) - Svezia