CECCATO 75 CORSA – (1953) – Italia

Ceccato 75
Ceccato_1954_Corsa_75_PA_07

Un bel Ceccato 100 del 1957 – Clicca Sopra

——————————————————————————————-

Ceccato 75 corsa

La Ceccato è conosciuta oggi per la costruzione di macchinari per autolavaggi, ma la Casa, con sede vicino a Vicenza, ha lavorato nel campo delle due ruote a motore dopo la guerra, in particolare con ciclomotori a due tempi utilitari. Poiché la concorrenza all’epoca era spietata nel settore, la Ceccato, come molte delle sue rivali, tenta di promuovere i suoi prodotti con la partecipazione alle gare…. che è sempre stata la pubblicità migliore.

Ceccato_75_corsa_1955_

Nel 1953, la presenza nel suo catalogo di una 200 bicilindrica a due tempi abbastanza sportiva rende questo tentativo quasi obbligatorio. La Casa ci prova con questa piccola monocilindrica abbastanza evoluta che conquista qualche successo in gare nazionali. Nato come 75 cc., questo motore si aggiudica sei record mondiali nel 1954, tra cui quello del chilometro lanciato a più di 134 km/h. Trasformata presto in 100 e poi in 125 cc., questa meccanica rappresenta la più seria minaccia per l’onnipotente Laverda. Ma la Ceccato non avrà mai veramente le capacità di sfruttare questi bei risultati.

La crisi avrà ragione dei suoi sforzi. La Ceccato riporta la sua attività nell’ambito del suo settore principale prima del 1960, ma avrà avuto il merito di aver fatto debuttare nel campo motociclistico l’Ingegnere Taglioni che passerà ben presto alla Mondial e poi alla Ducati. La 75, 100 e 125 Ceccato sono le degne rappresentanti di una scuola italiana che sfocierà nella monocilindrica Ducati.

Ceccato-75-Corsa-2




Chiunque vanti titoli sulle foto di questo articolo mi contatti subito per la loro immediata rimozione

Per contattare
l’amministratore di questo sito invia una mail a: [email protected]

Il testo è disponibile
secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso
modo

Precedente ITALJET una storia tutta italiana - (dal 1960) Successivo BIZZARRINI GT EUROPA 1900 - (1966/1969) - Italia