Crea sito

CAGIVA ALETTA ROSSA 125 – (1983 / 1988 ) – Italia

CAGIVA ALETTA ROSSA

Cagiva-Aletta-Rossa-125-brochure

Il sound di una Cagiva Aletta Rossa – Clicca Sopra

La Cagiva Aletta Rossa o WSXT è stata una motocicletta da fuoristrada prodotta dalla casa italiana Cagiva dal 1983 al 1988. Era disponibile nelle cilindrate 125, 200 e 350 cm³.

Aletta Rossa 125

Commercializzata a partire da luglio 1983 come naturale evoluzione della SXT, la sua pubblicità occupava tutta l’ultima pagina della Gazzetta dello Sport il successivo Ferragosto; infatti la moto di nuovo aveva raffreddamento a liquido e monoammortizzatore posteriore, mentre dalla “madre” aveva ereditato la maggior parte della ciclistica e delle sovrastrutture, il miscelatore, l’aspirazione lamellare e il freno a disco anteriore, questo modello venne prodotto fino al 1987, dopo un periodo di pausa il progetto riprenderà vita sotto il nome di Cagiva W8, la quale introduce la valvola di scarico.

cagiva_aletta_rossa_bianca

I colori disponibili erano: Rosso (con sella e telaio neri); Bianca (sella e telaio rossi); Nera (sella e telaio rossi).

All’epoca, per quanto vietata dal codice della strada, era molto diffusa la maggiorazione che portava la cilindrata a circa 160 cm³ grazie al gruppo termico prodotto dalla Polini, spesso accompagnata con la sostituzione del carburatore Dell’Orto da 24 mm con uno di maggior diametro fino anche a 34 mm.

Le Aletta Rossa furono regalate alla nazionale di calcio italiana quando vinse i mondiali del 1982.

Sulla stessa base venne costruita l’Elefant 125 che ricalcava le forme della Elefant 750 che correva nella Dakar, a differenza dell’Aletta aveva il serbatoio più capiente e differenti colorazioni.

cagiva_aletta_rossa_polini

Caratteristiche tecniche – Cagiva Aletta Rossa WSXT 125 – 1983

Dimensioni e pesi
Ingombri(lungh.×largh.×alt.) 2.090 × 880 × 1160 mm
Altezze Sella: 820 mm – Minima da terra: 195 mm
Interasse: 1.380 mm Massa a vuoto: 118 kg Serbatoio: 10,8 l
Meccanica
Tipo motore: monocilindrico a 2 tempi inclinato in avanti di 16° Raffreddamento: a liquido
Cilindrata 124,63 cm³ (Alesaggio 56,0 x Corsa 50,6 mm)
Distribuzione: lamellare Alimentazione: un carburatore Dell’Orto PHBL 24 BD; lubrificazione separata con pompa Mikuni a portata variabile
Potenza: 15,2 CV a 7.000 giri/min alla ruota Coppia: 1,55 kgm a 7.000 giri/min Rapporto di compressione: 14,8:1
Frizione: multidisco in bagno d’olio Cambio: 6 marce a pedale a cascata con innesti frontali
Accensione elettronica Motoplat
Trasmissione primaria a ingranaggi elicoidali; secondaria a catena
Avviamento a pedale
Ciclistica
Telaio monotrave sdoppiato in acciaio
Sospensioni Anteriore: forcella idraulica Llobe con molle elicoidali, steli da 35 mm / Posteriore: forcellone oscillante e monoammortizzatore idropneumatico Corte&Cosso regolabile nel carico della molla (sistema “Soft Damp”)
Freni Anteriore: a disco Brembo da 240 mm / Posteriore: a tamburo da 125 mm
Pneumatici Pirelli MT30, anteriore 2.75-21″, posteriore 4.60-17″
Prestazioni dichiarate
Velocità massima 113,920 km/h
Accelerazione 400 metri da fermo in 17,970 s
Consumo medio: 22 km/l B0268 
Altro
Note velocità massima, accelerazione e consumo rilevati da Motociclismo
Fonte dei dati: Enrico Goglio, Sicura di piacere arriva la Cagiva WSXT 125, Motociclismo novembre 1983

cagiva_aletta_rossa_nera

cagiva_aletta_rossa_125

cagiva_aletta_rossa_anni_80

Chiunque vanti titoli sulle foto di questo articolo mi contatti subito per la loro immediata rimozione

Per contattare l’amministratore di questo sito invia una mail a: [email protected]

Il testo è disponibile secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo