MOTO GUZZI V35 – (1977/1992) – Italia

MOTO GUZZI V35

MOTO GUZZI V35

Il sound di una serie I del 1979 – Clicca sopra 

———————————————————————————————–

La Moto Guzzi V35 è una motocicletta prodotta in Italia dalla Moto Guzzi dal 1978 al 1992.

Allora alla guida del gruppo c’era l’industriale italo-argentino Alejandro De Tomaso. Proprio nel periodo di crisi della moto italiana, e nel nascente successo delle moto giapponesi, la Moto Guzzi V50 era una moto di quantità più che di qualità. Nonostante tutto ottenne buone vendite, e, visto che la cilindrata di 500 cm³ era penalizzata dai residui delle tassazioni del periodo dell’Austerity, fu deciso di ricavarne una versione de-tassabile ed inoltre anche adatta ai neo-patentati.

MOTO GUZZI V35

Una prima serie

Infatti, oltre alla proverbiale qualità del rispolverato disegno, ma di nuova progettazione del bicilindrico a V da 90° Guzzi di Lino Tonti, il telaio fu costruito in modo da poterne ricavare più versioni, suscitando così interesse da parte dei giovani, ma anche del resto, verso la quasi totale spersonalizzazione del veicolo.

MOTO GUZZI V35

Un V35 I

La versione conosciuta come V35 è una normale moto stradale, con le qualità standard (per l’epoca) di marcia cittadina. Era anche definita una turismo, perché non disdegnava i lunghi spostamenti. Fu prodotta in tre serie (le ultime due conosciute come V35 II e V35 III). La cilindrata rimase a 346 cm3. Essendo una moto di quantità fu molto diffusa (per l’epoca) tra neo-patentati e persone che, o non abbandonavano le case motociclistiche italiane, o il marchio specifico;

MOTO GUZZI V35

Moto Guzzi V35 II

era la moto per chi iniziava a guidare, o di chi voleva spostarsi senza spendere troppo o senza fronzoli inutili. La moto aveva impianto frenante Brembo e ammortizzatori Sebac (e, in un secondo tempo, Paioli). La II era praticamente costruita sul telaio della V65, mentre la III fu quasi completamente riprogettata e gli fu data una nuova forma, non più da caratteristica da stradale tipica delle V50/V65, ma la nuova forma della V75. Le tre serie furono prodotte del 1977 al 1985.

MOTO GUZZI V35

Elenco delle versioni

  • V35 (77 – 79)
  • V35 II (80 -85)
  • V35 III (85)
  • V35 C (82 – 85)
  • V35 Falco (88)
  • V35 Florida (87 – 92)
  • V35 GT (87 – 90)
  • V35 Imola (79 – 83)
  • V35 Imola II (84 – 87)
  • V35 Nevada (92 – 94)
  • V35 NTX (350 NTX) (87 – 91)
  • V35 PA ( 94 – 97)
  • V35 SP (82 – 85)
  • V35 TT (84 – 86)
  • (V40 Capri) versione derivata dalla Imola per il Giappone cilindrata 386,9 cm³
MOTO GUZZI V35

Moto Guzzi V35 III

il modello nasce quindi nel 1977 come progetto autonomo di moto di media (ora diremmo piccola) cilindrata e non come riduzione di moto grandi già esistenti. Il padre del progetto fu l’ingegner Tonti che sostituì il mitico Carcano nel 1967. Il successo della prima versione (anche grazie alla legge sulla patente che permetteve di guidare il contemporaneo modello v50 solo dai 21 anni) portò alla creazione nel 1979 del v35 II, che guadagna qualche cavallo in più.

MOTO GUZZI V35

La versione Imola

La vera svolta si ha con la v35 III che cambia le linee e diversifica i modelli: dalla v35 di terza serie, che resterà in produzione fino al 1992, vennero prodotti la GT dalla linea classica sulla falsariga della Mille GT; la Custom che si ispirava al film Easy Rider; la NTX in versione fuoristrada ed infine la serie Imola. Nel 1984 l’Imola II monta oltre ad una avvolgente semicarena, anche un sofisticato motore 4 volvole per cilindro, che porta la potenza a 40 cavalli per una velocità massima dichiarata di 170 km/h: un gioiellino bello quanto delicato.

MOTO GUZZI V35

Moto Guzzi V35 – Alcune delle versioni

MOTO GUZZI V35

V35 Falco

MOTO GUZZI V35

V35 Nevada

MOTO GUZZI V35

V35 Florida

MOTO GUZZI V35

V40 Capri

Articolo in collaborazione con: http://curiosando708090.altervista.org



Per contattare
l’amministratore di questo sito invia una mail a: [email protected]

Il testo è disponibile
secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso
modo