BMW R90 S – (1973/1976) – Germania

BMW-r90-s-cupolino

Una R90 S – Clicca Sopra

—————————————————————————————————————-

BMW R90 S – (1973/1976)

BMW R90 S

Mentre la BMW non ha mai costruito moto di cilindrata superiore a 750 cc. dopo la R62 del 1928, ecco che nel 1973 appare un 898 cc. Il nuovo grosso bicilindrico dà alla serie 6 un doppio coronamento: la versione R90/6 da strada e la sua derivata sportiva, la R 90 S.

Una vibrazione italiana …

BMW_R90S_gold_1975_

Con i suoi 67 cv DIN la R90S è straordinariamente più potente della R90/6 (60 CV). Ciò è dovuto a un rapporto di compressione più elevato e soprattutto a carburatori più grossi, forniti non più dal costruttore Bing, ma dalla Casa italiana Dell’Orto. La velocità passa dai 188 ai fatidici 200 km/h. Per essere all’altezza di questa crescita di prestazioni, la frenata è ormai assicurata da due dischi forati anteriori.

BMW R90 S …. e un tocco francese

1974-BMW-R90S-Silver

Per restando fedele allo stile inconfondibile della Casa, l’estetica viene ringiovanita e per la prima volta una BMW di serie viene prodotta con la carenatura. Certo, si tratta solo di un modesto cupolino, ma è l’inizio di un orientamento in cui la BMW avrà il ruolo di pioniera.

bmw r90 s

Vengono proposti due colori: un classicissimo nero e grigio metallizzato accanto a un più inatteso arancio e paglia, entrambi realizzati con sorprendenti sfumature realizzate a mano: per questo motivo non possono esserci due moto perfettamente identiche. L’aspetto di questo modello è opera dello stilista francese Paul Bracq.

bmw r90 s

Prodotta dal 1973 al 1976, la R90S ebbe un immenso successo. La Casa ne costruì 17.445 unità, prima di lanciare la R100RS.

BMW_R_90_S_

Articolo in collaborazione con : http://curiosando708090.altervista.org



Per contattare
l’amministratore di questo sito invia una mail a: [email protected]

Il testo è disponibile
secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso
modo