APRILIA AF1 50 – (1986/1993) – Italia

Aprilia AF1 50

aprilia AF1 50

Un tuffo nel passato con il mitico sound – Clicca Sopra

————————————————————————————————————–

La AF1 è una motocicletta sportiva prodotta della casa Aprilia dal 1986 al 1992 in 2 cilindrate, 50 e 125 cm³.

La peculiarità di questo modello sportivo è dato dal forcellone monobraccio e dal posizionamento esterno e non interno della corona di trasmissione, questo consentiva una veloce sostituzione, senza essere costretti a dover sfilare la ruota, mentre il disco freno rimaneva interno.

aprilia AF1 50

Aprilia AF1 50

L’Aprilia AF1 50 esce nel 1986 e monta un motore 49,7 cm³ 2 tempi monocilindrico, raffreddato a liquido, con miscelatore automatico e cambio a 4 rapporti.

aprilia AF1 50

Il motore era un Minarelli RV 3-4 alimentato da un carburatore Dell’Orto SHA 14/12, sprovvisto di contralbero di bilanciamento e avente 4 marce, (in seguito la quarta era bloccata perché per legge un ciclomotore doveva avere un numero massimo di 3 rapporti). Ad un motore abbastanza grintoso agli alti, questa moto abbinava una ciclistica degna di moto da corsa, aveva 2 freni a disco, una forcella teleidraulica a perno centrale, un monoammortizzatore idraulico e un telaio doppio trave in acciaio ad alta resistenza.

aprilia AF1 50

Montavano questo motore l’Aprilia AF1 50 Project 108 e l’Aprilia AF1 50 Futura prima serie, fino a quando nel 1992 uscì l’ultimo modello di Aprilia AF1, la 50 Futura Sport Pro che montava un motore con immissione nel carter e contralbero di bilanciamento, chiamato Minarelli AM3, sempre con la limitazione delle 3 marce, alimentato da un carburatore Dell’orto SHA 14/12.

aprilia AF1 50

Nel 1993 la AF1 venne sostituita dall’Aprilia RS 50, che montava un motore a 5 rapporti, il Minarelli AM5.

aprilia AF1 50aprilia AF1 50

Articolo in collaborazione con: http://www.curiosando708090.altervista.org



Per contattare
l’amministratore di questo sito invia una mail a: [email protected]

Il testo è disponibile
secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso
modo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*