ALFETTA GT 1800 – (1974/1976) – Italia

Alfetta GT 1800

1974-Alfa-Romeo-Alfetta-GT

Presentazione della GT 1800 – Clicca Sopra

————————————————————————————————————————

Alfetta GT 1800

L’ Alfetta GT, realizzata sulla base meccanica della berlina ( solo il passo è più corto di 110 mm ), presenta un’inedita carrozzeria firmata da Giugiaro. La formula scelta è quella a due volumi con portellone posteriore. La linea a cuneo del frontale, con il cofano e il parabrezza molto inclinati, la coda alta con un accenno di spoiler e i gruppi ottici ” annegati ” nella lamiera rendono la sua linea molto personale. Lo spazio interno è abbondante per una coupé.

alfetta_gt_1800_posteriore_

Alfetta GT 1800 – La coda

La plancia è caratterizzata dalla strumentazione divisa in due gruppi: davanti al guidatore c’è soltanto il contagiri; al centro sopra la console, sono riuniti il tachimetro, il termometro dell’acqua, l’indicatore del livello del carburante e il manometro dell’olio, oltre a una nutrita serie di spie. Altri particolari ricercati son il sedile di guida regolabile in altezza e i cristalli laterali posteriori discendenti.

alfetta_gt_1800_cruscotto

Alfetta GT 1800 – La strumentazione

La produzione dell’Alfetta GT con motore 1.8 litri, cui vengono apportate alcune modifiche meccaniche nell’autunno del 1975, prosegue per tre anni, dal 1974 al 1976, e totalizza 21.947 unità. Risulta inoltre registrato un ulteriore esemplare prodotto nel 1979. Il costo di listino era di Lire 4.200.000.

Caratteristiche tecniche – Alfa Romeo Alfetta GT 1.8 – 1974
alfetta_gt_1800_,motore
Configurazione
Carrozzeria: Coupé Posizione motore: anteriore Trazione: posteriore
Dimensioni e pesi
Ingombri (lungh.×largh.×alt. in mm): 4.190 × 1.664 × 1.330 Diametro minimo sterzata:
Interasse: 2.400 mm Carreggiate: anteriore 1.368 – posteriore 1.350 mm Altezza minima da terra:
Posti totali: 4 Bagagliaio: Serbatoio: 54
Masse a vuoto: 1.060 kg
Meccanica
Tipo motore: 4 cilindri in linea ciclo Otto in lega leggera Cilindrata: Alesaggio x corsa = 80 x 88,5 mm; totale 1.779 cm³
Distribuzione: A 2V, doppio albero a camme in testa e doppia catena Alimentazione: 2 carburatori orizzontali
Prestazioni motore Potenza: 122 CV DIN (140 CV SAE) a 5500 giri/min – Versione 1972 / Coppia: 17 mkg DIN (167 Nm) a 4400 giri/min
Frizione: posteriore all’entrata del cambio, monodisco a secco con comando idraulico Cambio: Posteriore in blocco coi freni a 5 rapporti + RM
Telaio
Corpo vettura Scocca metallica autoportante a struttura progressivamente differenziata
Sospensioni anteriori: Indipendenti, bracci trasversali oscillanti, barre di torsione longitudinali, barra antirollio, ammortizzatori idraulici telescopici / posteriori: Molle elicoidali a flessibilità variabile, bracci longitudinali di spinta e reazione, parallelogramma di Watt trasversale, barra antirollio, ammortizzatori idraulici telescopici
Freni anteriori: a disco / posteriori: a disco con doppio circuito sulle 4 ruote, comando idraulico, servofreno a depressione e limitatore di frenata al retrotreno, freno a mano posteriore
Pneumatici 165 SR 14 (dall’82 optional 185/70 HR 14)
Prestazioni dichiarate
Velocità: 195 (192 dal 1975) in 5° km/h Accelerazione: 31,8 secondi sul km da fermo
Consumi a 90 km/h: 6,7 – a 120 km/h: 8,9 – urbano: 12,0 lt/100 km)
Altro
Trasmissione Posteriore ad albero in due sezioni con ponte De Dion ( 1set17 )

alfetta_gt_1800_fiancataalfetta_gt_1800_1975_retroalfetta_gt_1800_1974_brochure_

Articolo in collaborazione con: http://curiosando708090.altervista.org



Chiunque vanti titoli sulle foto di questo articolo mi contatti subito per la loro immediata rimozione

Per contattare
l’amministratore di questo sito invia una mail a: [email protected]

Il testo è disponibile
secondo la licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso
modo